La vita nuova

La vita nuova
arriva taciturna
dentro la vecchia vita
arriva come una morte
uno schianto qualcuno che spintona così forte
un crollo.
È una scrittura tanto precisa
e netta da non lasciare dubbi
né sfumature di senso eppure
non dà direzioni e mete.
La vita nuova irrompe
come un vecchio che cade
sul giaccio, un pensiero
davanti a un muro, la
sirena di un’autoambulanza.
Non ci sono feriti
né annunci di sciagura
solo noi da convincere
a lasciar perdere il miraggio
di una via rettilinea, di un
orizzonte, lasciarsi curvare,
piegare alla tenerezza
delle anse del destino.
La vita nuova
è come un grande tuono
sbriciolato
poi a poco a poco
l’erba si china
e sotto la pioggia
la prende
la beve.

Chandra Livia Candiani

Annunci

Il mio passato

Spesso ripeto sottovoce
che si deve vivere di ricordi solo
quando mi sono rimasti pochi giorni.
Quello che è passato
è come se non ci fosse mai stato.
Il passato è un laccio che
stringe la gola alla mia mente
e toglie energie per affrontare il mio presente.
Il passato è solo fumo
di chi non ha vissuto.
Quello che ho già visto
non conta più niente.
Il passato ed il futuro
non sono realtà ma solo effimere illusioni.
Devo liberarmi del tempo
e vivere il presente giacché non esiste altro tempo
che questo meraviglioso istante.

Alda Merini

Il respiro

Proprio mentre sto respirando, quanti altri stanno respirando?
Su e giù, inspiro espiro;
respira
il monaco sullo Zafu
la monaca che si inginocchia per il Vespro.
Su e giù, inspiro espiro;
respira
il muratore che impasta l’ultima “sacchetta” di cemento della giornata,
il politico che mi ha ingannato anche oggi,
l’emigrante sballottato e sperduto nel Mediterraneo
su una barca troppo carica di respiri.
Su e giù, inspiro espiro;
respira
il cecchino che, in una delle tante Sirie del mondo, inquadra nel mirino;
e respira anche la sua vittima.
Su e giù, inspiro espiro;
respira
l’amante cercando tutto l’ardore di cui è capace
per poi fermare ogni respiro nello scoppio del piacere.
E mentre io inspiro, in questo preciso istante
un uomo o una donna
in qualche letto di ospedale o in qualche angolo del mondo, espira il
suo ultimo respiro;
e mentre io espiro, in questo preciso istante
un bambino viene al mondo e con la prima aria che inspira
scoppia nel pianto di saluto al mondo.

Andrea Di Carlo

La presenza del presente

La vita è breve: evitiamo, dunque, programmi troppo estesi: ogni giorno, ogni ora ci mostra la nostra nullità e ricorda a noi smemorati, con qualche nuovo argomento, la nostra fragile natura. Allora noi, che facciamo programmi come se la nostra vita fosse eterna, siamo costretti a pensare alla morte. Si volge, infatti, ad attendere il futuro solo chi non sa vivere il presente.

Seneca