La forza vitale

La forza del valoroso combattente consiste nel non permettere alla lacrima di solcare il suo volto di fronte ai violenti e subdoli attacchi del malvagio, disonesto e invidioso nemico.

Annunci

Giorno d’estate

Chi ha fatto il cigno e l’orso bruno?
Chi ha fatto la cavalletta?
La cavalletta, dico,
quella che con un salto è spuntata dall’erba,
quella che sta mangiando lo zucchero dalla mia mano
muovendo le mascelle avanti e indietro invece che su e giù,
che si guarda intorno con i suoi enormi occhi così complessi.
Ecco che solleva i pallidi avambracci e si lava accuratamente il viso.
Ecco che, con un battito delle ali aperte, si allontana in volo.
lo non so bene che cosa sia una preghiera.
Ma so osservare con attenzione,
so come lasciarmi cadere nell’erba,
come buttarmi in ginocchio nell’erba,
come essere beatamente indolente,
come vagabondare per i campi,
è quello che ho fatto per tutto il giorno.
Dimmi, che cos’altro avrei dovuto fare?
Non è forse vero che ogni cosa muore, e muore troppo presto?
Dimmi, che cosa pensi di fare
della tua unica folle preziosa vita?

Mary Oliver

Strade tortuose

Prendiamo per mano colui che si sta recando verso la strada malfatta e conduciamolo sulla giusta via. Forse donerà un grazie per il bene arrecato a lui ed alla sua famiglia.

Se incidentalmente la tua strada incontra quella dissestata del malvagio e disonesto, prendine coscienza e non lasciarti contaminare.

Quanta pietà suscitano gli uomini che, pur di spingerti a commettere un’azione ingiusta e disonesta, si ingegnano nel farti capitolare attraverso minacce velate, codardi mandanti, raggiri artificiosi di parole nell’aria e oscure scappatoie.

Anche nel lanciare tranelli ad un innocente serve intelligenza, altrimenti, architettando l’ultimo ad arte, rischi di scavare la tua buca.

A volte la vita compie un giro lungo e tortuoso per permetterti di crescere spiritualmente e raggiungere il fine che desideravi.

Quando mi imbatterò nella tua persona, io, fiera, incontrerò il tuo vile sguardo con fermezza mista a pietà. Tu, al mio cospetto, l’abbasserai ad osservar le pieghe della strada.

Puoi cambiare paese, città, nazione, continente. Le tue colpe le porterai sempre accanto a te come un cagnolino fedele, poiché l’Universo non concede sconti.

Una goccia d’acqua è piccolissima e apparentemente innocua. Ma se la calpesti puoi scivolare.

Quando le tue armi terminano e non sai più come difenderti, utilizza quelle che il tuo nemico, incautamente, perde tra le pieghe della strada.

Pace

Datemi il denaro che è stato speso nelle guerre e vestirò ogni uomo, donna, e bambino con un abbigliamento dei quali re e regine saranno orgogliosi. Costruirò una scuola in ogni valle sull’intera terra. Incoronerò ogni pendio con un posto di adorazione consacrato alla pace.

Charles Summer

L’arte di vivere secondo giustizia

Il coraggio consiste nell’affrontare il nemico faccia a faccia senza nascondersi dietro velate minacce, azioni costruite ad arte e inconsapevoli aiutanti tratti nell’inganno.

Prima di commettere un’azione malvagia e disonesta pondera attentamente le possibili conseguenze che essa può generare. L’Universo ti può concedere un perdono, dopo il quale ti abbandona alle tue responsabilità.

Un cuore buono, onesto, giusto, altruista e gioioso sorride sempre, anche al cospetto delle ingiustizie, conscio che la verità, con l’alzarsi del sole, sorgerà a galla sull’oscuro mare.

Una delle più nobili virtù di un uomo è quella di assumersi le piene responsabilità delle proprie azioni al cospetto dell’Universo.

Nei momenti ardui, combatti sino all’ultimo sangue i nemici malvagi e disonesti e, al contempo, ripudia gli infidi amici che ti circondano.

Le cose costruite ad arte durano il tempo dell’esibizione.

Coloro che, consapevoli di gravi ed evidenti ingiustizie, rimangono inerti o l’avallano, divengono più colpevoli di coloro che l’han commesse.

Il forte combatte da solo con i propri mezzi, il vile utilizza il misero potere di cui dispone e le codarde persone che falsamente lo lodano.

La calunnia, la minaccia, la violenza e l’ingiustizia rappresentano le peggiori macchie di un uomo.

Spesso un sottile sguardo può esprimere profondo disprezzo molto più di mille parole.

Quando avrai conquistato l’abilità di vincere te stesso, resistendo davanti alle sfide improvvise che l’Universo ti dona e testando la nobile forza di volontà, avrai posseduto la virtù di sconfiggere anche il più atroce nemico.

Il guerriero coraggioso e onesto va incontro al nemico crudele, libero da ogni paura. Il disonesto si nasconde dietro velate e infantili minacce, colpisce nell’oscurità, si circonda di codardi e falsi amici, costruendo la sua disfatta.

Quando mi imbatterò nella tua persona, io, fiera, incontrerò il tuo vile sguardo con fermezza mista a pietà. Tu, al mio cospetto, l’abbasserai ad osservar le pieghe della strada.

Il guerriero

La più grande vittoria del valoroso guerriero consiste nel condurre per mano il nemico proprio nel punto in cui sperava.

Coloro che, consapevoli di gravi ed evidenti ingiustizie, rimangono inerti o l’avallano, divengono più colpevoli di coloro che l’han commesse.

Prima di commettere ingiustizie e malvagità nei confronti di un innocente, guarda negli occhi i tuoi genitori, i tuoi figli, i tuoi cari.

Potrai possedere anche grandissimo potere ma se pecchi di intelligenza, astuzia, onestà, buone maniere, buona memoria, ottima capacità di eloquenza e, soprattutto, di scrittura, potrai forse vincere qualche vile battaglia ma perderai la guerra.

Il forte aspetta il nemico da solo e agisce alla luce del sole, il debole è circondato da codardi aiutanti, colpisce in penombra e rifiuta il confronto.

L’onestà ripaga, la disonestà paga.